TECNICA CRANIO-SACRALE ( TCS )

La formazione completa proposta è composta da 2 sezioni fondamentali :

La Formazione TCS e la Formazione BCS.

Formazione TCS – i Tessuti, il Ritmo Craniosacrale


E’ composta da 3 livelli (ogni livello è composto da 2 week-end
o da 3 giornate)
I livelli possono essere svolti anche non consecutivamente.
Al termine di questi 3 livelli si riceverà l’attestazione in Tecnica Cranio Sacrale – Formazione base
In sintesi durante la formazione base si apprenderà:
• I principali modelli di riferimento in craniosacrale
(BioMeccanico, BioDinamico, Metodo NetworkTM)
• Il Sistema Craniosacrale e il “Meccanismo Respiratorio
Primario”
• Il Ritmo CranioSacrale (RCS): ascolto e percezione
• Il Sistema Fasciale
• Protocolli di trattamento e valutazione del sistema
craniosacrale
• Tecniche craniosacrali avanzate
• Il Viscero-Cranio
• Emozioni, Traumi e Shock

Obiettivi della Formazione TCS


Sviluppare capacità di centratura, di ascolto del ritmo craniosacrale e
fasciale, valutazione globale del cliente, trattamento completo del
sistema craniosacrale. L’operatore sarà in grado di eseguire una sessione
di craniosacrale centrata sul Ritmo craniosacrale.
Al termine della formazione base è possibile decidere se continuare con
la formazione avanzata in Biodinamica Craniosacrale (BCS).


Al termine di ogni livello, su richiesta degli interessati, verra’ rilasciato
l’attestato comprensivo dei crediti ECP (Registro SIAF Italia) del corso svolto.

TECNICA CRANIOSACRALE – Livello BASE – ( 1 WEEKEND)

PROGRAMMA

Storia e origini della tecnica craniosacrale
-I principali modelli di riferimento in craniosacrale (BioMeccanico, BioDinamico,Metodo Network)


Il Sistema Craniosacrale e il “Meccanismo Respiratorio Primario”:
-Anatomia e fisiologia del sistema craniosacrale,le ossa craniche, le membrane intracraniche, il liquor, il canale durale, l’osso sacro e il bacino, idiaframmi e le fasce.


Il “Movimento Respiratorio Primario”

Ritmo Craniosacrale, Marea Media, Marea Lunga, Quiete

Il Sistema Craniosacrale e il Sistema Fasciale
Ascolto e palpazione
Tecniche di calma mentale
Ascolto, concentrazione ed attenzione: il nostro centro, la neutralità del praticante.
Sviluppo della sensibilità: i livelli di ascolto dei ritmi del corpo: respiratorio, circolatorio, craniosacrale, le maree.
Palpazione: i livelli della palpazione, palpazione

L’intenzione attiva e “passiva” in craniosacrale.
Il Ritmo CranioSacrale (RCS): ascolto e percezione del “giusto ritmo”.


Protocollo Base di trattamento – i 12 Passi

La pelvi, i 5 diaframmi, la base cranica, osso frontale, parietale, sfenoide, occipite,temporale, articolazione temporomandibolare, …


Introduzione allo Still Point: il “punto di quiete”

OBIETTIVI

Nel primo livello verranno illustrate le origini della disciplina craniosacrale e verrà definito l’asse portante della tecnica craniosacrale, il “sistema
respiratorio primario”. Inoltre verrà illustrato e praticato un protocollo base standard di trattamento del sistema craniosacrale in 12 tecniche. Questo protocollo è il primo strumento cha ha l’allievo, per iniziare ad orientarsi nell’ascolto del sistema craniosacrale e del sistema fasciale.
Questo protocollo dovrà essere eseguito come “lavoro a casa” per affinare la sensibilità del Ritmo Craniosacrale e del movimento fasciale.

TECNICA CRANIO SACRALE – Livello INTERMEDIO (2 WEEKEND)


-Protocollo Avanzato, rielaborazione – i 20 Passi


-La Sincondrosi Sfeno-Basilare:
Dinamiche dell’articolazione Sfeno-Basilare (fisiologiche e non fisiologiche): flessione estensione,torsione,lateroflessione,
spostamento laterale, spostamento verticale,compressione, decompressione: la risoluzione degli “schemi di restrizione” non fisiologici.


-La Triade Occipitale: Atlante, Epistrofeo ed Occipite.

-Approfondimento del cingolo scapolare (teoria e tecniche)
Dinamiche scapolo-clavicolari
-Approfondimento del bacino (teoria e tecniche)
Dinamiche sacro-pelviche
-Il “Core Link”
-Tecniche per la colonna vertebrale: cervicali,dorsali e vertebrali.
-La Valutazione del Sistema Craniosacrale e del Sistema Fasciale.
Tecniche di valutazione e localizzazione delle “restrizioni” intracraniche e fasciali

Le Restrizioni Primarie, Secondarie e le “Cisti Energetiche”
-Lo Still Point – CV4
-V-Spread
-Esercizi di centratura e radicamento per il praticante
Ascolto, attenzione e concentrazione


OBIETTIVI


Nel secondo livello verranno illustrate e praticate svariate tecniche avanzate:

tecniche di valutazione del sistema craniosacrale, le disfunzioni dello
sfenoide e tecniche accessorie per proseguire la formazione dell’operatore.

TECNICA CRANIO SACRALE – Livello AVANZATO ( 1 WEEKEND )

-Revisione delle tecniche avanzate
-Il Viscero Cranio
Le dinamiche dell’area orbitale
Ossa nasali
Ossa zigomatiche
Il Palato Duro
Etmoide e Vomere
Palatini
Processi pterigoidei
-Emozioni, Traumi e Shock
-Tecniche Avanzate 2

OBIETTIVI


Nel terzo livello verrà dato spazio per l’approfondimento teorico e pratico del viscero-cranio e la gestione di traumi e shock emotivi.

COMPETENZE ACQUISITE NEL PERCORSO TCS


Dopo la frequentazione dei primi 3 livelli l’allievo sarà in grado di eseguire una sessione craniosacrale centrata sul Ritmo Craniosacrale e avrà le abilità
tecniche per portare a termine autonomamente una seduta di craniosacrale nella sua forma biomeccanica o funzionale.
Al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione con il monte ore svolto e gli argomenti svolti nella formazione ricevuta.